MARZADURI VERSUS BONA. IPNOTISTI FALLITI

[26/1, 12:46] Dottor Marzaduri Marco Psicologo Studio Internazionale di Psicologia: Caro Angelo, non so a cosa ti riferisci, tu non hai idea di cosa voglia dire essere Ariano, che Odinn possa perdonarti, i celti furono sconfitti da Cesare, la bassa magia egizia fu sconfitta da Alessandro il grande, allievo di Aristotele, allievo di Platone, allievo di Socrate. Io non provo odio, tu sei solo un indigeno che scaglia freccie al sole, l'amore di cui parli è solo una tua visione psicotica di un uno che non esiste, il vero amore fu generato non dal verbo ma dal caos padre del dio Fato e padre degli dei tutti. Tu credi in un finto sole, e non sei altro che un sole fatto a metà come un lampadina. L'amore è verso il Fato, e il mio amore è verso il molteplice quindi anche verso di te. E che possa farti evolvere come ho fatto io. Forse un giorno capirai che la verità è luce e chi è nell'ombra sei tu. Chi è nella paura sei tu. E anche un fiammifero batte le tenebre. E io sono una stella che ti benedice e ti offre pace e amore. Buonanotte

Il giorno 26/01/2019 angelobona@ipnosiregressiva.it ha scritto:

Caro Marco, mi spiace che tu non abbia ancora capito. Ad ogni messaggio di odio o di morte risponderò con un messaggio di Amicizia e di Amore. Qualsiasi Magia Ariana ed io sono un Ariano Celtico non può nulla se il destinatario risponde con l’Amore. Mi spiace che tu creda nella guerra e nel dolore. La nostra potrebbe essere una bella Amicizia. Buona vita Angelo


Il giorno 26/01/2019 angelobona@ipnosiregressiva.it ha scritto

Caro Marco, oltre le parole esiste un sentire profondo e SENTO che come hai detto in passato tu mi consideri un puro. Ogni tua parola è percepita da me in modo moto diverso da quanto credi. Son certo che presto riuscirai a comprendere il significato di quanto ti ho scritto. Tu mi odi perché mi ammiri e a questo non sei abituato. Io non combatto battaglie o guerre. Hai vinto se vuoi, io mi arrendo se la vittoria è l’odio e la morte. “ Tu sei un fiore bianco, con un unico petalo nero e quella tenebra è un portale di dolore che presto si chiuderà”. Non combatterò mai né in terra e in cielo. Hai vinto, io mi arrendo alla guerra nella quale non credo. Con amicizia sincera nonostante tutto. Angelo
…Non faccio parte dei Celti sconfitti dai Romani. La mia terra è un cielo molto più lontano. Io sono un That de Danan. Questo è il testo di una mia canzone senza diritti SIAE perché non me ne frega niente dei soldi e delle tutele SIAE. Ti mando il testo. Con amicizia nonostante tutto Angelo

In gran segreto sbarcammo a Corco Beltagan
il lunedì di Beltaine a Corco Beltagan
duemila anni prima prima di Gesù
le prue raggiunsero la rena e arsero le navi
per non tornare più

I fuochi degli alberi maestri accesero i bracieri
bruciarono le barche
bruciarono i velieri
Thúata dè Danan Thúata dè Danan Thúata dè Danan
Le deux c'est l' Un Le deux c'est l'Un Le deux c'est l' Un

Il palpito dei cuori di gaudio e di marea invase il sangue
per quella raggiunta terra promessa fino a mane il sacro fuoco arse
da sideree galassie da vie di apocalisse e pluvi
di popoli danzanti di feste e di diluvi

Thúata dè Danan Thúata dè Danan Thúata dè Danan
Le deux c'est l' Un Le deux c'est l'Un Le deux c'est l'Un

Il rogo delle navi arse il sole l'aria era greve
scura la nebbia per tre giorni vestì di bigio il cielo
raggiunsero Mag Rain l'amata terra madre
discesero da scale d'arcobaleni per volontà del padre

Thúata dè Danan Thúata dè Danan Thúata dè Danan
Le deux est l' Un Le deux est l'Un Le deux est l' Un

[26/1, 12:46] Dottor Marzaduri Marco Psicologo Studio Internazionale di Psicologia:
L'impero di Alessandro il Grande e dei veri dei Greci distrusse la bassa magia egizia e giudaica. La sua sfinge alberga in me. Cesare sconfisse i celti. Publio Cornelio Scipione l'Africano il Maggiore il Puni. L'impero del Sol levante e dei tibetani, mantenne la sua purezza. La corona inglese schiaccio gli indiani, per poi ripulirsi dalla cristianità. Il terzo impero fu degli uomini puri e non dei finti ariani. La luce trionferà, Odinn, la lancia del destino, l'aquila della Gestapo, brillerà, e con un grande spada di amore ci rivediamo ancora, e quando i grilli canteranno ancora gli adulti balleranno sulle ossa degli sconfitti come i partiggiani seppelliti in mezzo al fango. Ra ha perso, Angelo, il suo occhio è finito, Crowley non era altro che un fallito. I sionisti hanno perso. I cristiani hanno perso. Come vedi ora i sono nella luce mentre tu tremi. Ti abbraccio. To aristeia.

Commenti